Il Local Board di ELSA Teramo è lieto di  presentarti il prossimo COP (Colloquio di Orientamento Professionale) a numero aperto. Parleremo del  MAGISTRATO: oneri e onori della toga.

Il giorno 15 Maggio 2017 alle ore 10.30, presso l’Aula Tesi della Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Teramo,  il Dott. Antonio di Pietro terrà un incontro formativo incentrato sulla figura del Magistrato.

_____________________________________________________________

Antonio Di Pietro ha fatto parte del pool di Mani pulite come sostituto procuratore della Repubblica presso il tribunale di Milano; nel 1996 è entrato in politica.

 

Nel 1985 passa alla Procura della Repubblica di Milano, dove si occupa soprattutto di reati contro la pubblica amministrazione. Si fa notare per la sua padronanza degli strumenti informatici, che gli consente una notevole velocizzazione delle indagini e un efficiente collegamento dei dati processuali. In questo modo, all’epoca di Tangentopoli, può svolgere una notevolissima mole di lavoro. Nel 1989 il Ministero di Grazia e Giustizia lo nomina consulente per l’informazione e membro di alcune commissioni ministeriali per la riorganizzazione informatizzata dei servizi della pubblica amministrazione.

Nel 1991, in un articolo pubblicato sul mensile milanese Società civile, Di Pietro sostenne che la tangente data al politico dall’imprenditore in cambio dell’appalto costituiva un sistema così pervasivo da rappresentare la norma, nella Milano degli anni novanta; la tangente, che egli chiamava «dazione ambientale», a suo parere veniva oramai data talmente per scontata che praticamente non era necessario né chiederla né proporla: era automatica, «ambientale», appunto.

È stato due volte ministro della Repubblica prima come Ministro dei lavori pubblici nel Governo Prodi I dal 18 maggio 1996 al 20 novembre 1996 e Ministro delle infrastrutture e dei trasporti nel Governo Prodi II dal 17 maggio 2006 al 8 maggio 2008.